Riprende “Il Lunedì al Filmstudio”

4remagioDopo la pausa dovuta ai ponti primaverili riprende Il Lunedì al Filmstudio con la presentazione dell’audiolibro di Idalberto Fei “Lo scandalo del quarto Re Magio” a cui seguirà la proiezione di “Magi Randagi” di Sergio Citti.
Lunedì 5 maggio alle ore 19.00
ANTONIO BRUNI e PAOLO D’AGOSTINI
presentano
L’AUDIOLIBRO di IDALBERTO FEI
“LO SCANDALO DEL QUARTO RE MAGIO”
(ed.Avagliano) – immagini video di Lodovico Alessandri
A seguire un aperitivo e la proiezione del film (copia in pellicola 35mm) “I MAGI RANDAGI” (1996) di Sergio Citti
ingresso € 5
“Lo Scandalo del quarto Re Magio” è un epistolare, ricco di ironia, pieno di equivoci e sorprese scritto dal regista Idalberto Fei e dalla sua indelebile creatività, protagonista da tanti anni nella sua vasta esperienza artistica. Quasi il tramonto quando una barca va a sfasciarsi sugli scogli di Creta. Gettato dalla tempesta sull’isola, l’unico uomo a bordo è salvo per miracolo, ferito nell’anima ancora più che nel corpo. È nudo, ha soltanto tre preziosi anelli alla mano sinistra. Ha cinquant’anni. Si è messo per mare, lui che aveva tutto, in un momento di disperazione. Si chiama Zophyr. Mano a mano che ritrova il filo delle cose, racconta a Simone, il pescatore che lo ospita e lo cura, la sua straordinaria avventura di vita. Racconta di essere addirittura il leggendario Quarto Re Mago, quello che giunse in ritardo. E scrive questa sua storia su delicati papiri. È il I° secolo d. C. Passano duemila anni. Il professor Vanni Tucci, dice di averli ritrovati per caso, questi papiri, e insegue per mezza Europa il prestigioso editore Edelhagen perché li pubblichi…

I MAGI RANDAGI soggetto, sceneggiatura e regia: Sergio Citti;
collab. alla sceneggiatura: David Grieco, Michele Salimbeni; fotografia: Franco Di Giacomo; montaggio: Ugo De Rossi; scenografia e costumi: Danilo Donati; musica: Ennio Morricone.
Con Silvio Orlando, Patrick Bauchau, Rolf Zacher, Gastone Moschin, Laura Betti, Franco Citti, Ninetto Davoli. Prodotto da: Francesco Torelli. (Italia/Francia/Germania 1996, col., durata: 130’)

I tre protagonisti, tre saltimbanchi, con il loro piccolo spettacolo incompreso e desueto, sfuggono all’ennesimo linciaggio del loro pubblico per venire arruolati a forza come Re Magi in un presepe vivente di un paesino qualunque dell’Italia centrale. Alla fine della rappresentazione, mentre loro ironizzano sulla credibilità della popolazione, la stella di legno appesa alla capanna del presepe prende vita misteriosamente per trasformarsi in una stella cometa. I tre saltimbanchi, inizialmente increduli decidono alla fine di seguirla. Dove li porterà? Cosa vorrà dire loro la stella? Inizia così una sorta di viaggio purificatore, alla ricerca della dignità e della verità, nel mondo triste e disilluso dei diseredati.

“[…] Film di Sergio Citti, poeta del cinema da poco scomparso. Il suo è un “cinema di poesia” germogliato da quello pasoliniano (il soggetto stesso dei ‘Magi randagi’ viene da Pier Paolo Pasolini): celebra l’ingenuità, la bontà dei semplici, un mondo in via di sparizione; oggi, forse, già scomparso
di fronte all’egoismo che circonda il benessere e la paura di perderlo. Citti beatifica i puri di spirito, dicendo cose sacrosante (“ogni bambino che nasce è un Gesù”) senza cadere nella tentazione dello spiritualismo […]”. (Roberto Nepoti, “La Repubblica”, 27 gennaio 2006)

IL LUNEDÌ AL FILMSTUDIO
IL CINEMA ALLO STATO PURO
Tutti i lunedì dal 10 marzo al 19 maggio 2014
appuntamento al Filmstudio con il Cinema Indipendente.
UN FILM, UN AUTORE, UN TEMA, IL PUBBLICO
per tutti coloro che vogliono vivere il cinema
Ogni lunedì alle 20,30 – Ingresso 5,oo Euro

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie dalle associazioni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...